Overblog Suivre ce blog
Editer l'article Administration Créer mon blog

Présentation

  • : Notizie dall'Italia
  • Notizie dall'Italia
  • : Storie, fatti e commenti a cura di Antonio Montanari
  • Contact

Giorno per giorno

Recherche

Archives

28 octobre 2008 2 28 /10 /octobre /2008 18:26
Evasionefiscale Una vecchia regola democratica diceva: tutti i cittadini hanno diritto agli stessi servizi, pagandoli però in base al proprio reddito con le imposte su di esso.
Adesso vogliono introdurre differenze direttamente sui servizi, come Francesco Giavazzi nel "Corriere della Sera" di oggi: per i ricchi più tasse universitarie.

E' giusto? Altra domanda: ma come si fa a stabilire se uno è ricco? La risposta la ritroviamo sullo stesso quotidiano, in due pagine di un focus intitolate "Fisco, una fuga da 100 milioni" (di Mario Sensini). E nell'articolo "Una battaglia persa, tra condoni e manette" (di Sergio Rizzo). Il sottotitolo di questo secondo servizio recita: "L'infedeltà fiscale spesso finisce in prescrizione. Negli Usa 11.691 arresti in sette anni".

Da noi il cavalier Berlusconi ha ripetutamente elogiato l'evasione fiscale. Ha definito l'Italia, quand'era all'opposizione, "uno Stato di polizia tributaria".

Vincenzo Visco gli rispose con parole sempre attuali: "Berlusconi mente sapendo di mentire. Da presidente del consiglio faceva l'apologia degli evasori. Da capo dell'opposizione lancia un'abile campagna di propaganda per far apparire straordinaria l'introduzione in Italia di procedure e norme fiscali molto più garantiste di quelle che esistono normalmente, senza scandalo alcuno, in Francia, in Germania, in Usa, cioè in paesi civilissimi dove l'evasore fiscale viene considerato uno che danneggia la collettività e non un simpatico e abile furbone. La verità è che non vuole la libertà di impresa nelle regole, ma la libertà di infrangere le regole".

[28.10.2008, Anno III, post n. 329 (706), © by Antonio Montanari 2008]

gruppobloggerlastampa

Sitemeter

Partager cet article

Repost 0
Published by antonio montanari - dans antoniomontanari
commenter cet article

commentaires