Overblog Suivre ce blog
Editer l'article Administration Créer mon blog

Présentation

  • : Notizie dall'Italia
  • Notizie dall'Italia
  • : Storie, fatti e commenti a cura di Antonio Montanari
  • Contact

Giorno per giorno

Recherche

Archives

19 janvier 2009 1 19 /01 /janvier /2009 17:16
Internetriotta Anche Gianni Riotta sembra contagiato dal misticismo. In una lezione di giornalismo ("Corsera" di oggi) spiega che l'informazione deve rifarsi al Vangelo di Giovanni: "Voi conoscerete la verità e la verità vi renderà liberi" (8, 32).

Ma, direttore Riotta, quella di Giovanni è la "Verità" per eccellenza, teologica. post-ebraica, del Cristo che salva l'umanità con la morte in croce, ecc.

Non è la "verità" tipo Bruno Vespa che 40 anni fa raccontò la bugia: catturato il "mostro" di piazza Fontana.

Non possiamo farla lunga, direttore. Come blogger lei ci ha sputtanato sufficientemente. Vedansi titolo e sottotitolo del "Corrierone": "La Rete cancella l'opinione pubblica", "La verità moltiplicata all'infinito con Internet rischia la manipolazione".

Breve postilla. Chi nel corso dei secoli passati dissentiva dall'interpretazione ufficiale della "Verità" (emessa dagli uffizi romani...) finiva in carcere e pure sul rogo.
Per fortuna noi blogger, eretici per (sua) definizione (non produciamo "un confronto aperto" con "verità condivise"), siamo troppi perché il Potere (il Palazzo pasoliniano) possa perseguitarci ad un ad uno.

In certi Paese però ciò succede. Perché lì l'opinione pubblica non è stata cancellata dalla Rete, bensì dai governi che reggono quei Paesi.

Anche in uno Stato liberale come l'Italia ogni tanto qualcuno da destra o da sinistra ha la tentazione di metterci un freno...  A noi blogger che siamo la rovina del mondo. Altro che i "derivati". Forse anche la crisi finanziaria è colpa nostra. Che non ci senta Tremonti, altrimenti lo va a dire in giro o in un prossimo libro.

[19.01.2009, anno IV, post n. 24 (744), © by Antonio Montanari 2009]

gruppobloggerlastampa

Sitemeter

Partager cet article

Repost 0
Published by antonio montanari - dans Informazione
commenter cet article

commentaires