Overblog Suivre ce blog
Editer l'article Administration Créer mon blog

Présentation

  • : Notizie dall'Italia
  • Notizie dall'Italia
  • : Storie, fatti e commenti a cura di Antonio Montanari
  • Contact

Giorno per giorno

Recherche

Archives

23 janvier 2009 5 23 /01 /janvier /2009 18:00
Lario_veltroni09 Veronica Lario in Berlusconi ci ha spiegato dolcemente oggi dalle colonne della "Stampa" che dovremo sorbirci suo marito al governo per altri dieci anni.
"Una battuta", spiega Luca Ubaldeschi. Forse è qualcosa di più, una prognosi politica. Dove in quel "governerà" pronunciato dalla signora e riferito al cavaliere, non sai se leggere soltanto il restare sulla poltrona di palazzo Chigi oppure anche un'ascesa al colle del Quirinale...

Nell'ottobre del 2007, alla signora era giunto il galante invito di Walter Veltroni di aderire al Pd. Lei rispose: buon segno, "Citare il cognome che porto significa anche superare quindici anni di conflitti".


Adesso la consorte di Berlusconi tira le orecchie al segretario del maggior partito d'opposizione, con una sincerità che non è nuova: le era piaciuto il discorso di Torino, ma Veltroni è poi "scomparso dalla scena".
E gli altri? "Non vedo qualcun altro capace di prenderne il posto e di impugnare saldamente il timone del Pd".

La signora non risparmia però le critiche al governo: invischiato al pari dell'opposizione "nel gioco dell’uno contro l’altro, senza pensare all’interesse comune, generale, superiore". Come invece accade negli Usa con Obama".

Forse in questo richiamo ad un'esperienza straniera, sta la chiave di volta della crisi italiana, non della spiegazione che ne dà la signora Lario (all'anagrafe Miriam Bartolini).
Noi abbiamo bisogno sempre di invocare modelli che non ci appartengono, e che sono storicamente diversi da quelli che si trovano nella nostra vicenda politica non soltanto di oggi.

Ieri Veltroni ha portato il Pd ad astenersi sulla riforma del federalismo. Non certo per attirarsi simpatie da parte del cavaliere. Ma per poter fare un giro di valzer con la Lega, sperando che, in un futuro non lontano, i seguaci di Bossi possano alzare il capo e defenestrare il cavaliere. Per aprire una pagina nuova a palazzo Chigi.

Ma Veltroni oggi è stato gelato dalla signora Lario che lui definì nel 2007 persona "con la mente aperta e con una grande autonomia intellettuale". Il re di Arcore "governerà" l'Italia ancora per dieci anni. E per il Pd, ha aggiunto la moglie del cavaliere, occorre "una figura nuova, giovane, capace di diventare leader".
Un benservito in piena regola per chi l'aveva invitata a seguirlo nel nuovo partito. Almeno la signora Lario è stata sincera ed ha detto cose di immediata comprensione. Anche se poi per definire fallita la conduzione di Veltroni non occorre tutta quella "mente aperta" che l'ex sindaco di Roma le riconosceva.

[23.01.2009, anno IV, post n. 28 (748), © by Antonio Montanari 2009]

gruppobloggerlastampa

Sitemeter

Partager cet article

Repost 0
Published by antonio montanari - dans antoniomontanari
commenter cet article

commentaires