Overblog Suivre ce blog
Editer l'article Administration Créer mon blog

Présentation

  • : Notizie dall'Italia
  • Notizie dall'Italia
  • : Storie, fatti e commenti a cura di Antonio Montanari
  • Contact

Giorno per giorno

Recherche

Archives

11 mars 2009 3 11 /03 /mars /2009 16:08
Ombrello_papa_blog_11-03.09 Ma la Curia romana protegge il papa da possibili "errori", preparandogli dossier certi e documentati?

Vien da chiederselo partendo da una frase del pontefice contenuta nel documento che sarà pubblicato ufficialmente domani.

Esso riguarda la recente decisione papale di revocare la scomunica ai quattro vescovi lefebvriani, tra cui c'è quel Richard Williamson segnalatosi per il suo negazionismo.

Nella anticipazioni odierne, si legge che Ratzinger ammette in prima luogo gli errori che hanno accompagnato la revoca. Tra essi, appunto il non essersi accorti, nella Curia, delle gravissime posizioni di Williamson ampiamente diffuse su Internet. E quindi conoscibili anche da parte della stessa Curia.

Dobbiamo immaginare che nei sacri palazzi  apostolici sappiano sempre qualcosa di più di quello che noi semplici ed ignari lettori del web apprendiamo, accedendo ad una linea telefonica. Però dobbiamo constatare che la nostra immaginazione erra per eccessiva fiducia.

Abbiamo già sottolineato qui, il mese scorso, che il caso di Williamson richiama la vicenda di Stanislaw Wielgus nominato dal Vaticano arcivescovo di Varsavia nel gennaio di due anni fa. Ci siamo permessi una battuta riassunta nel titolo che parlava di "InCuria romana".

Scherzare sulle cose serie, è utile per mantenere quel distacco razionale da esse che è sommamente necessario, e  per non cedere all'emotività reazionaria propria dei tipi come Williamson.

Per Wielgus ci chiedemmo: "è colpa di Benedetto XVI oppure si tratta di un tiro mancino della Curia ai suoi danni?".
La domanda si replica per Williamson. Con una desolata aggiunta che deriva da notizie pubblicate domenica scorsa sul vescovo John Magee.

Citiamo i titoli apparsi su "CorSera", "Repubblica" e "Stampa": "Pedofilia, si dimette l'ex segretario di tre papi", "Pedofilia, travolto il segretario di tre Papi", "Preti pedofili. Si dimette il segretario dei Papi". Sulla "Stampa" c'è poi un sottotitolo virgolettato che illumina la vicenda: "Proteggeva chi abusava dei minori".

Diceva Enzo Biagi che anche a Gesù non andò bene in un caso su dodici. Forse in Curia, nella scelta del personale più responsabile, le percentuali si rovesciano, stando ai casi qui ricordati.

Se anche la Chiesa di Roma è travolta dai "fannulloni" c'è poco da stare allegri. E da temere che qualcuno pensi di arruolare Brunetta, magari nominandolo cardinale. Ma la sua Titti non lo permetterà e noi saremo più tranquilli.

Invece ci inquietano quelle parole del papa anticipate oggi, sul non essersi accorti, nella Curia, delle gravissime posizioni di Williamson. Accusa mica da poco.


[11.03.2009, anno IV, post n. 74 (794), © by Antonio Montanari 2009. Mail]

Divieto di sosta. Antonio Montanari. blog.lastampa.it
gruppobloggerlastampa

Sitemeter

Partager cet article

Repost 0
Published by antonio montanari - dans antoniomontanari
commenter cet article

commentaires