Overblog Suivre ce blog
Editer l'article Administration Créer mon blog

Présentation

  • : Notizie dall'Italia
  • Notizie dall'Italia
  • : Storie, fatti e commenti a cura di Antonio Montanari
  • Contact

Giorno per giorno

Recherche

Archives

16 mai 2009 6 16 /05 /mai /2009 17:00
Non siamo inglesi, annotavamo ieri non certo per vantarcene. Stamani sul "Corriere della Sera", Paola De Carolis ha spiegato come nel Regno Unito è nato lo scandalo dei rimborsi spese. Che il corrisponde da Londra dello stesso quotidiano, Fabio Cavalera, definisce così: "Un campionario di furbizie per mettere sul conto delle casse pubbliche i vizi, i capricci e le quotidiane necessità personali dei rappresentanti del popolo".

Paola De Carolis osserva che lo scandalo non sarebbe forse venuto mai alla luce senza l'intervento di una giornalista, Heather Brooke, messasi in moto cinque anni fa, quando cominciò a scrivere un libro, "Il vostro diritto a sapere".

Blog_heater_brooke "Heather è stata l'eroina della vicenda dall'inizio", ma lo scandalo è scoppiato quando al "Daily Telegraph" è "stato offerto un dischetto, un dossier completo per il quale il giornale ha pagato profumatamente". Sullo sfondo, c'è la Camera dei Comuni che "ha fatto di tutto per celare le informazioni che dovrebbero essere alla portata di tutti", spiega la stessa Heather Brooke.

Da Londra arrivano le ultimissime sull'Italia. Il "Times" ieri ha pubblicato le dieci domande di "Repubblica" al capo del governo, che il quotidiano inglese ha definito "furioso" per gli interrogativi "posti sulle teenager". Il "Times" oggi pubblica un servizio da Napoli in cui si parla della fanciulla in fiore e della sua famiglia.
Il padre ha detto di non essere stato l'autista di Craxi, e che l'incarico è stato indicato con parole attribuite a Berlusconi, ma non pronunciate da Berlusconi.
La mamma ha confidato di aspettare da Berlusconi per la figlia quella carriera che Berlusconi  stesso non ha potuto offrire a lei dopo che lo aveva conosciuto negli anni Ottanta.

Se vale la teoria delle "vite parallele" anche tra nazioni lontane nei costumi, dopo il dischetto che ha fatto scoppiare lo scandalo londinese dei rimborsi spese, c'è da temere l'arrivo di un analogo aggeggio per le vicende napoletane del nostro premier.

Intanto (a proposito...) va registrata una confidenza di Francesco Cossiga al "Corriere della Sera", citata da Francesco Verderami: sulla storia di Casoria, quella della fanciulla in fiore (e di sua madre in attesa di una carriera per lei...), Berlusconi pensa di essere "stato attirato in una trappola". Ma non si riferisce né alla sinistra né ai giornali quando parla di "congiura". "No, lui pensa ad altro".

Il sorriso sornione che immaginiamo stampato sul volto di Cossiga mentre pronuncia queste parole, può far pensare "ad altro", nel senso di quei servizi che una volta si chiamavano deviati, e dei quali l'ex capo di Stato si vanta di essere un buon conoscitore?

Comunque, sullo stesso foglio milanese, Angela Frenda da Emilio Fede ha appreso che la fanciulla in fiore era stata bocciata nella selezione delle "meteorine" per il TG4 non a causa di insufficienza toracica ma linguistica: non sapeva parlare come invece si richiede alla ragazze che Fede assume per il pregevole ruolo.

Da Mosca il premier oggi definisce colpevole l'atteggiamento dei media e del Pd per la questione della crisi economica. Il suo momento peggiore è stato superato già.
Quando? Putin non lo dice ma lo pensa: nel giorno in cui alla fanciulla in fiore il caro compagno Silvio ha regalato il gioiello da seimila euro. Peccato che quel reazionario di Ghedini abbia detto in tv che "seimila euro per Berlusconi non equivalgono certo a seimila euro per un comune mortale". Con ciò l'on. avv. Ghedini ha negato uno dei capisaldi della politica del re di Arcore: tutti i sudditi sono uguali davanti alla legge. Dietro ad essa, un po' meno.

[16.05.2009, anno IV, post n. 141 (861), © by Antonio Montanari 2009. Mail.]

Divieto di sosta. Antonio Montanari. blog.lastampa.it
gruppobloggerlastampa

Sitemeter
Taggatore

Partager cet article

Repost 0
Published by antonio montanari - dans Informazione
commenter cet article

commentaires