Overblog Suivre ce blog
Editer l'article Administration Créer mon blog

Présentation

  • : Notizie dall'Italia
  • Notizie dall'Italia
  • : Storie, fatti e commenti a cura di Antonio Montanari
  • Contact

Giorno per giorno

Recherche

Archives

25 mai 2009 1 25 /05 /mai /2009 18:00
"Per dirla tutta", ha scritto oggi Piero Ostellino (fondo del "Corriere della Sera"), i giornali sono "prigionieri" di un modo di fare informazione basato "più sui retroscena di Palazzo che sull'analisi politica".

Per dirla tutta, il bello è che per ricevere questa "mala informazione" (definizione di Barbara Spinelli sulla "Stampa" del 17 maggio 2009) il cittadino paga direttamente prima i quotidiani e poi gli effetti negativi che essa riversa sulla vita sociale.

La signora Spinelli aveva spiegato: "La menzogna viene (...) dai governanti, e in genere dalla classe dirigente: che non è fatta solo di politici ma di chiunque influenzi la popolazione, giornalisti in prima linea". Aggiungendo poi: "I fatti sono reali, ma se vengono sistematicamente manipolati (omessi, nascosti, distorti) la realtà ne risente, ed è così che se ne crea una parallela".

La conclusione di Ostellino è anch'essa severa come la pagina della signora Spinelli: questa informazione che non informa e che racconta  soltanto i retroscena di Palazzo evitando ogni analisi politica, provoca la "disaffezione della gente per la cosa pubblica". Per dirla tutta, favorisce l'erosione della democrazia.

Le notizie scompaiono. Lo aveva sostenuto tempo fa Marco Travaglio, e fu definito un estremista. Lo hanno scritto la signora Spinelli che non può essere messa nella stessa compagnia di Travaglio, ma qualificata come uno spirito illuminato (o illuminista se non s'offende nessuno), e Piero Ostellino che si chiama "liberale", e quindi è agli antipodi di ogni "estremismo" alla Travaglio.

Ed ai grandi dimenticati, nascosti, odiati da alcune forze di governo al punto da volerli far "scomparire" dal suolo italiano, ovvero agli immigrati, ha dedicato la sua attenzione oggi l'assemblea dei vescovi con il discorso del cardinal Angelo Bagnasco. Che ha citato il "valore incomprimibile di ogni vita umana, la sua dignità, i suoi diritti inalienabili". Ed ha detto, allargando il discorso ad altri aspetti, che occorre un fisco più equo e che bisogna migliorare gli ammortizzatori sociali.

Dunque, i grandi moderati come Ostellino e Bagnasco non amano la maggioranza che governa l'Italia. Per dirla tutta anche loro non ne possono più. Sino ad oggi Berlusconi se l'è presa con "Repubblica". Ma domani?

[25.05.2009, anno IV, post n. 152 (872), © by Antonio Montanari 2009. Mail.]

Divieto di sosta. Antonio Montanari. blog.lastampa.it
gruppobloggerlastampa

Sitemeter
Taggatore
it.blogia.eu

Partager cet article

Repost 0
Published by antonio montanari - dans Informazione
commenter cet article

commentaires