Overblog Suivre ce blog
Editer l'article Administration Créer mon blog

Présentation

  • : Notizie dall'Italia
  • Notizie dall'Italia
  • : Storie, fatti e commenti a cura di Antonio Montanari
  • Contact

Giorno per giorno

Recherche

Archives

27 mai 2009 3 27 /05 /mai /2009 16:00
Blog_270509 Il tono aggressivo dimostrato ieri sera in una trasmissione televisiva da un ministro contro il direttore del quotidiano "la Repubblica" ed il segretario del Pd, ricevendo aiuto convinto ed altrettanto violento dal direttore di un settimanale della sua "area", dimostra soltanto che ormai "in partibus fidelium", tra i devoti seguaci del cavaliere, non esiste più la capacità di articolare ragionamenti ma soltanto di sfoderare offese.

E’ la tecnica estrema di chi avendo torto, e sapendo bene di non poter razionalmente spiegare le cose, ricorre soltanto alla diffamazione. Come dimostra il particolare riguardante il giovane intervistato dal quotidiano romano nella sua qualità di ex fidanzato della fanciulla in fiore. Sul quale giovane si sono aperte le porte del casellario giudiziario con rivelazioni che non toccano la sostanza delle cose da lui narrate, ma la sua figura e quindi la sua ipotetica credibilità.

C’è in giro molta "rabbiosa intolleranza" e non soltanto verso "il genere femminile": come osserva giustamente Dacia Maraini in un’intensa lettera di solidarietà a Veronica Lario, sul "Corriere della Sera" di oggi.

Questa "rabbiosa intolleranza" usata come arma strategica nel dibattito pubblico e come strumento per chiudere la bocca alla stampa non inchinata verso la mecca di Arcore, è molto pericolosa. Potrà sfuggire a molti, oggi, afflitti da problemi personali ed economici più pressanti, ma non va lasciata nel dimenticatoio, facendo finta che non esista.

Questa "rabbiosa intolleranza" è soltanto una nuova tappa di quel modo di fare politica ed informazione che gran parte delle maggioranza di governo usa per nascondere la polvere sotto il tappeto. Recuperando la tecnica ridicola che trionfa nei tg pubblici, dove un esponente dell’opposizione non può dire che il cielo è nuvoloso senza che non si offra agli spettatori il triplice commento del portavoce del governo, del portavoce della maggioranza, del portavoce del principale partito della maggioranza di governo. Per cui si torna a quella informazione ridicola che una sera del 1966 fece dire al tg della Rai che pioveva su Firenze, mentre la città era già tutta alluvionata.

E’ la tecnica del "sopire, troncare […] troncare, sopire" suggerita dal conte zio al padre provinciale, superiore di padre Cristoforo. In un colloquio che culmina con la larvata minaccia del conte zio ("Lei vede; siamo una casa, abbiamo attinenze…"), e la rassegnazione del padre provinciale: "Cospicue" deve ammettere su quelle "attinenze" che l’interlocutore precisa meglio con una piccola aggiunta: "Lei m’intende: tutta gente che ha sangue nelle vene, e che a questo mondo…".

Siamo sempre, come diceva Sciascia, all’Italia dei "Promessi sposi." Con la non piccola e non ovvia differenza che il conte zio aveva potere e sapeva gestirlo senza destare scandalo. Infatti non urla contro padre Cristoforo, insinua un verità assoluta: "..lei sa meglio di me che soggetto fosse al secolo, le cosette che ha fatte in gioventù". Ed il padre provinciale è costretto ad ubbidire, "Mi vien chiesti per l’appunto un predicatore da Rimini…".

Allora quel ministro, quel direttore di giornale, quegli avvocati di casa Berlusconi abbiano l’umiltà di leggersi il vecchio Manzoni come se fosse un trattato di teoria politica uscito oggi (e magari negli Usa), ricordandosi che la parte offesa è prima di tutto quella signora a cui oggi Dacia Maraini ha rivolto le sue parole. E, tra quella parole, leggano bene soprattutto il passo dove Dacia Mariani spiega che "i cittadini hanno il diritto di sapere se un loro governante sia in condizioni gravi di doppiezza e ricattabilità".

[27.05.2009, anno IV, post n. 154 (874), © by Antonio Montanari 2009. Mail.]

Divieto di sosta. Antonio Montanari. blog.lastampa.it
gruppobloggerlastampa

Sitemeter
Taggatore
it.blogia.eu

Partager cet article

Repost 0
Published by antonio montanari - dans Informazione
commenter cet article

commentaires