Overblog Suivre ce blog
Editer l'article Administration Créer mon blog

Présentation

  • : Notizie dall'Italia
  • Notizie dall'Italia
  • : Storie, fatti e commenti a cura di Antonio Montanari
  • Contact

Giorno per giorno

Recherche

Archives

14 septembre 2009 1 14 /09 /septembre /2009 16:07
Poche ma confuse idee sul giornalismo. Dove? Nel mitico "Corrierone" di via Solferino


Blog_risorgimento

Lo sostiene Pietro Ostellino, "Siamo messi male" con l'informazione italiana. Ne è certo, anzi certissimo. Anche se la rubrica che ogni sabato offre sul "CorSera" s'intitola "Il dubbio". Sabato scorso 12 settembre ha scritto che ci sono due tipi di giornalismo. Uno "che dice troppo, e spesso a sproposito, e fa il suo mestiere". L'altro che "rischia l'impressione di dire troppo poco, e di non fare il suo".

Dunque, sillogisticamente, sbaglia chi "fa il suo mestiere". Molto bene.

Oggi, sempre sul "Corrierone", PG Battista va pure lui alla carica dei giornali che criticano il capo del governo, e li accusa di non essersi accorti di un fatto.
Berlusconi di recente ha suggerito ai giovani di leggere un libro sul Risorgimento, dicendo che aiuta a "correggere ciò che erroneamente è stato scritto sulla nostra storia". Nessuno di quei giornali ha parlato del fatto. Quel libro considera Risorgimento ed unità d'Italia due disgrazie. (Insomma come Bossi.)

Dato che acquisto il "CorSera" tutti i giorni, e non vi ho letto nessuna articolessa sul fatto, ho cercato anche nell'archivio Web di via Solferino. L'unica notizia emersa su quel volume è del 17 dicembre 1998. Caro PGB, come la mettiamo? Perché il "Corriere" non ne ha trattato ampiamente?

"Lanciò la prima pietra.
Era senza peccato?
Nessuno lo sapeva.
Era uno smemorato".

[14.09.2009, anno IV, post n. 259 (979), © by Antonio Montanari 2009. Mail.]

Divieto di sosta. Antonio Montanari. blog.lastampa.it
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Partager cet article

Repost 0
Published by antonio montanari - dans Informazione
commenter cet article

commentaires