Overblog
Editer l'article Suivre ce blog Administration + Créer mon blog

Présentation

  • : Notizie dall'Italia
  • : Storie, fatti e commenti a cura di Antonio Montanari
  • Contact

Giorno per giorno

Recherche

Archives

7 février 2007 3 07 /02 /février /2007 17:20
«Estimo, ergo sum», un testo di Anna Rosa Baiducci

GLOSSARIO.
Mimesi del motto cartesiano.  Da questa mimesi si evince che la pratica della 'stima a fini commerciali' diviene sostanza di un certo modo di esistere. Si potrebbe anche definire una 'metafisica del tornaconto'.
Mimesi intuitiva della nostra realtà cittadina, e di un certo percorso di formazione (scolastico e familiare), per cui la misurazione, il calcolo, la stima a fini di utilizzo pratico e commerciale risultano deprivati di interpretazione, di 'calmieri' e di regole, attività autoreferenziate, una sorta di integralismo dell'utile. Svincolati da criteri etici, ambientali ed estetici.


DIALETTICA
Con assoluta incompetenza mi chiedo: qual è il rischio di una 'estimazione' selvaggia?
Quale può essere il punto di non ritorno, per cui si tracolla dall'utile allo sfascio inflazionistico?
Forse questo quesito potrebbe essere un deterrente, un antipiretico contro la febbre del cemento?
Ormai indietro non si torna più, perdute le varie occasioni di eleganza e modernità (come avrebbe potuto essere bella e 'utile' una Rimini del ben-essere,ciclabile, mediterranea e ariosa!) forse è possibile una pausa di riflessione?

FANTASIA
Oppure è già ora di familiarizzare con immagini apocalittiche, già qui in casa nostra ? Mi viene in mente il mito del Golem ebraico, il fantaccione d'argilla che sfugge al suo costruttore e gli sfascia tutto.
Anche quel vecchio film, 'Blade runner': tra qualche decennio, si girovagherà anche a Rimini,come mutanti, in una città densa di fumi mefitici, che il chiuso bacino adriatico non riuscirà più a smaltire, ammasso di oggetti ed edifici, impossibile da 'estimare'?
Anna Rosa Balducci
Partager cet article
Repost0
Published by antonio montanari - dans antoniomontanari