Overblog Suivre ce blog
Editer l'article Administration Créer mon blog

Présentation

  • : Notizie dall'Italia
  • Notizie dall'Italia
  • : Storie, fatti e commenti a cura di Antonio Montanari
  • Contact

Giorno per giorno

Recherche

Archives

29 janvier 2010 5 29 /01 /janvier /2010 17:52
http://digilander.libero.it/antoniomontanari/tama.casta.jpg

Anche per le notizie occorre fare una raccolta differenziata. Con un avviso. Il peggio non si butta. E' fondamentale l'analisi batteriologica per evitare epidemie di cattivo gusto e di pessime azioni. Con gli ebrei se la sono presa lentamente, prima di arrivare alle leggi del 1938 firmate dal Savoia antenato del ballerino in tv, ed alle camere a gas in Germania.
Per il lavoro nero hanno scritto "Rimini peggio di Rosarno?". Una voce dalla Calabria, mons. Pino Demasi: "Chi fa da padrone è spesso solo la delinquenza organizzata", lo Stato è assente. Il 18 settembre 2008 a Castel Volturno sei extracomunitari sono assassinati dal gruppo di un superkiller. Umberto Bossi: "Li avranno fatti fuori perché si sono messi a spacciare per conto loro, e la camorra vera non lo permette". Conchita Sannino (Repubblica): "Erano lavoratori e incensurati, alcuni sfruttati". Barbara Spinelli (Stampa): nel dicembre 2008 a Rosarno i lavoratori neri "si ribellarono alla 'ndrangheta. Erano stati feriti quattro immigrati, e gli africani fecero qualcosa che da anni gli italiani non fanno più. Scesero in piazza, chiedendo più Stato, più giustizia, più legalità". Sono gli "africani dell'antimafia". Ovvero, la legalità difesa proprio da chi è accusato di essere fonte di illegalità.
Passiamo al Centro-Nord. Bologna, 23 novembre 1990. La banda dell'Uno bianca uccide Patrizia Della Santina (34 anni) e Rodolfo Bellinati (27), al campo nomadi di via Gobetti. Una zingara riconosce tra i poliziotti della Questura uno degli aggressori, Roberto Savi. Nessuno le dà ascolto. Tra 1977 e 1984 in Veneto ed altrove la banda "Ludwig", due giovani della "Verona bene" (24 e 25 anni), uccide 15 persone. Firma volantini di rivendicazione con il motto nazista "Gott mit uns" ("Dio è con noi"). Le vittime: un nomade bruciato vivo, un cameriere omosessuale ed un tossicodipendente accoltellati, una prostituta finita con l'accetta, un drogato bruciato vivo in un capannone (due ustionati), due anziani religiosi massacrati a colpi di martello, un frate ucciso a colpi di punteruolo (ed un crocefisso nella schiena), sei morti in un cinema a Milano (32 feriti gravi) ed una cameriera di una discoteca a Monaco di Baviera.
Due anni fa a Rimini gli amministratori si sono preoccupati per le notizie sulle infiltrazioni mafiose. Se ne parla dal 1993. Nel 2005 il procuratore nazionale antimafia Piero Grasso ha spiegato: il denaro si accumula al Sud e si investe al Nord. [980]

Antonio Montanari
(c) RIPRODUZIONE RISERVATA

Partager cet article

Repost 0
Published by antonio montanari - dans il Ponte Rimini
commenter cet article

commentaires