Overblog Suivre ce blog
Editer l'article Administration Créer mon blog

Présentation

  • : Notizie dall'Italia
  • Notizie dall'Italia
  • : Storie, fatti e commenti a cura di Antonio Montanari
  • Contact

Giorno per giorno

Recherche

Archives

22 mars 2010 1 22 /03 /mars /2010 15:54
Tama_ponte_indice
Anteprima. Tam-Tama di domenica 28 marzo, "il Ponte" di Rimini



Vale ancora l'Allegria di Mike Buongiorno? Certe parole diventano un simbolo, l'etichetta di un prodotto. Il Signor Mike, come lo chiamavano le vallette nell'Italia incerta a metà degli anni Cinquanta, portava qualcosa di americano. Prima i soldati degli States erano morti per liberarci dal nazifascismo. Poi erano arrivati i dollari a ricostruire il Paese. Per essere riconoscenti, gli abbiamo mandato un po' di malavita. Mike in fondo era un italiano. Rimpatriato, aveva corso il rischio di finire fucilato militando nella Resistenza. Poi ha cominciato ad insegnare come si fa tv.

Anni dopo, Renato Carosone raccontava le prime contaminazioni d'Oltreoceano: tu vo' fa' l'americano, divenne una citazione frequente. Funzionava meglio di tanta sociologia. Oggi Mike ripeterebbe una cosa detta spesso negli ultimi suoi anni. Non c'è più serietà in tv. Infatti premiano gente che non sa nulla. Ai suoi tempi c'era chi imparava a memoria l'orario ferroviario per potersi costruire una casa, senza dover emigrare a cercar fortuna. Se la vita è sempre un terno al lotto, come dicevano le nostre nonne, spesso oggi è soltanto un quiz. Mike creò pure il Rischiatutto. Con protagonisti signori dalle professioni di grido, come medici e farmacisti.

Per dirla con un altro grande, Corrado Mantoni, inventore della Corrida radiofonica, oggi prevalgono i dilettanti allo sbaraglio. Molti si sono adeguati, rovesciando il discorso sino al Rischianiente con la tangente, tanto paga lo Stato. Fanno scorta di escort negli affari, e se non ti aggiorni credi che sia il vecchio modello di un'auto. Adesso trionfa l'americano, come all'epoca di Carosone. Una volta dominava il francese. Un secolo (un millennio?) fa Guido Gozzano racconta della mamma che gli ordina di non parlare alla vicina, una cocotte, ovvero una cattiva signorina. Poi prevale la lingua di Dante, con le signorine allegre. Enzo Biagi si chiedeva: ma che avranno per essere allegre?
La corruzione è bipartisan, stessa droga e stesse escort. Verrebbe da piangere, se in quasi vent'anni da Mani pulite, l'immagine che esportiamo non fosse degenerata in una caricatura oscena dell'antico e dignitoso Arlecchino servo di due padroni. Ad un corteo sabato 20 è stata calpestata l'immagine del giudice Paolo Borsellino ucciso della mafia nel 1992, creduto un bolscevico, lui che era di destra. Il corteo non era quello milanese di don Ciotti per le vittime della mafia. Allegria? [988]

Il testo si legge anche qui.
Tama_ponte_indice

Anteprima. Tam-Tama di domenica 28 marzo, "il Ponte" di Rimini

[22.03.2010, anno V, post n. 84 (1175), © by Antonio Montanari 2010. Mail.]

Divieto di sosta. Antonio Montanari. blog.lastampa.it
© RIPRODUZIONE RISERVATA[/COPYRIGHT]

 

Partager cet article

Repost 0
Published by antonio montanari - dans il Ponte Rimini
commenter cet article

commentaires