Overblog Suivre ce blog
Editer l'article Administration Créer mon blog

Présentation

  • : Notizie dall'Italia
  • Notizie dall'Italia
  • : Storie, fatti e commenti a cura di Antonio Montanari
  • Contact

Giorno per giorno

Recherche

Archives

24 mars 2010 3 24 /03 /mars /2010 10:17
Per chi mi definisce "blogger rosso", senza aver letto o compreso quello che è sempre stato pubblicato qui sopra. Piccola antologia senza pretesa (o speranza) che chi non capisce poi comprenda davanti ai documenti prodotti. Ma soltanto per dimostrare che le balle hanno un limite di decenza, ovvero il rispetto della verità. Superato il quale ci troviamo davanti a puri deliri onanistici.



Sono stato segnalato come un "blogger rosso": si legga questo post di ieri. Oggi aggiungo la documentazione per dimostrare (fatti alla mano) che quanto è stato scritto contro il sottoscritto con tanto di immaginetta documentaria, è una solenne fesseria. Dimostrabile con le seguenti citazioni da post apparsi in questo stesso blog, appunto.

17 gennaio 2010: "Cicchitto spiega che Craxi è "un gigante, un pezzo della storia del Paese". Domani si ripassi la biografia di Togliatti, ricordandosi di quegli italiani antifascisti rifugiatisi a Mosca, ed uccisi come spie del fascismo. Per loro Togliatti non mosse un dito. In qualche libro c'è scritto, Cicchitto lo cerchi in biblioteca. Tanto per non fare pure lui la figura dell'intellettuale sovietico che riscrive la storia per piacere a chi comanda. Buona lettura".

12 agosto 2008: "Processo a Togliatti" a San Mauro Pascoli, titolo del post: "Resta il Migliore?".
Il post comincia: "
Padre della democrazia o servo di Mosca? Il "Migliore" se l'è cavata per un pelo (quattro voti a favore e tre contrari), dopo le arringhe di accusa e difesa, e grazie ad una giuria "popolare" composta da un "industrial manager" (il presidente, Fabrizio Casadei), e sei giornalisti tutti di testate locali. Uno di questi giornalisti è soltanto esperto di questioni economiche, due altre colleghe sono ben ferrate in storia e politica, un altro dichiara nel suo sito tra i fatti memorabili della sua vita che è stato decorato del titolo di commendatore al merito della Repubblica da Silvio Berlusconi e di essere stato pure cantante-ballerino".

Un passo successivo del post: "Sarebbe curioso conoscere il pensiero segreto dei giurati sul comportamento avuto da Togliatti in Russia, quando i suoi connazionali antifascisti rifugiatisi nella patria del comunismo, subirono una tragica fine. Oppure non ne sapevano nulla?".

22 maggio 2008: "Allora c'era il buon Palmiro che nei comizi prometteva di prendere a calci "in una parte del corpo" che non voleva nominare il povero Alcide dopo l'immaginata vittoria del 18 aprile che fortunatamente non ci fu (v. Montanelli, vol. 9 della "Storia d'Italia, pp. 439-440).
Era quel Togliatti a cui qualche peccatuccio sulla coscienza credo che la gente attribuisse per il trattamento riservato in Urss a tanti connazionali scappati dall'Italia e considerati spie fasciste..." (dalla pagina "Tra oggi e ieri" che inizia dal post "Come volevasi dimostrare").

[24.03.2010, anno V, post n. 85 (1176), © by Antonio Montanari 2010. Mail.]

Divieto di sosta. Antonio Montanari. blog.lastampa.it
© RIPRODUZIONE RISERVATA[/COPYRIGHT]


Tama_logo

Partager cet article

Repost 0
Published by antonio montanari - dans Informazione
commenter cet article

commentaires