Overblog Suivre ce blog
Editer l'article Administration Créer mon blog

Présentation

  • : Notizie dall'Italia
  • Notizie dall'Italia
  • : Storie, fatti e commenti a cura di Antonio Montanari
  • Contact

Giorno per giorno

Recherche

Archives

26 février 2010 5 26 /02 /février /2010 15:48
"Sono tempi difficili per la Seconda Repubblica", opinione di Marcello Sorgi

Blog_26_tragavglio


 

Travaglio, nel senso di Marco, è un cronista sempre informato, preciso nei riferimenti, acuto nell'accostamento dei fatti.
Ha avuto tutte le ragioni di questo mondo nel protestare contro le aggressioni rivoltegli durante la trasmissione dell'altra settimana.

Le ultime lettere di Michele Santoro e Marco Travaglio appartengono al genere letterario necessario a far parlare del programma del primo, più che a difendere le ragioni del secondo.
Il fatto fondamentale è che sia garantita in tv la libertà di esposizione dei fatti, a cui non deve corrispondere come reazione l'accusa contro chi parla, nello specifico il Travaglio.

E' ridicolo che se uno racconta notizie, gli si dica che è amico di mafiosi. E' pericoloso per la democrazia. Non lo diciamo noi. Lo sostengono persone rispettabili. Che provengono anche da recenti storie d'amor politico con il cavaliere.

Ieri citavamo un giornale sovversivo, "La Stampa", con l'opinione del prof.  Ainis, secondo cui l'onesto annega, mentre il furbo trova sempre una scialuppa di salvataggio. Oggi lo stesso quotidiano rivoluzionario pubblica una surriscaldata opinione di Marcello Sorgi, circa la storia di un senatore che il presidente dello stesso Senato vorrebbe mandar a casa. S'intitola "Lacrime di coccodrillo".

Sorgi ha scritto frasi giuste ed oneste, che saranno per questo considerate molto pericolose nel mondo di chi trova sempre quella scialuppa di cui diceva Ainis.
Ricordiamole. "Sono tempi difficili per la Seconda Repubblica", scrive nella conclusione Sorgi. Dopo aver spiegato che già da tempo si era capito che quel senatore "aveva voluto farsi eleggere per ragioni inconfessabili, forse proprio per evitare di finire in carcere".

Ecco, che un giornale come "La Stampa" scriva cose del genere significa proprio, pensano i buontemponi benpensanti, che non c'è più religione. Noi che malpensanti siamo fortunatamente nati, diamo ragione alla "Stampa", a Sorgi e a quanti credono che siano "tempi difficili per la Seconda Repubblica", e non certo per colpa nostra.

Però non vogliamo che il travaglio della Terza Repubblica (e chi più ne ha più ne metta) porti alla cancellazione del Travaglio (Marco), magari con il consenso del buon Santoro.

[26.02.2010, anno V, post n. 58 (1149), © by Antonio Montanari 2010. Mail.]

Divieto di sosta. Antonio Montanari. blog.lastampa.it
© RIPRODUZIONE RISERVATA[/COPYRIGHT]

Partager cet article

Repost 0
Published by antonio montanari - dans Informazione
commenter cet article

commentaires