Overblog Suivre ce blog
Editer l'article Administration Créer mon blog

Présentation

  • : Notizie dall'Italia
  • Notizie dall'Italia
  • : Storie, fatti e commenti a cura di Antonio Montanari
  • Contact

Giorno per giorno

Recherche

Archives

12 décembre 2009 6 12 /12 /décembre /2009 17:21
Non appartengo a nessuna area politica. Faccio politica partecipando alla vita del Paese



Riassumo tutta la vicenda di cui mi sono occupato ieri per rispondere a due commenti ricevuti.

Il giorno 8 dicembre in un blog appare un post poi cancellato, ma che ho recuperato dalla memoria di Google (che mi aveva segnalato il mio indiretto coinvolgimento).

Cracas


Il blogger "A", circa la scelta della redazione della "Stampa" di collocare un post del blogger "B" nella selezione di prima pagina, la definisce "sbagliata".

Il blogger "B" risponde al blogger "A": "Io non ho mai scritto alla redazione de La Stampa per gli articoli di Antonio Montanari...".

A questo punto, l'Antonio Montanari sottoscritto può chiedersi che cosa c'entra nella discussione?

Ho difeso il blogger "B", scrivendo che non era stato lui a scrivere (fatto vero) alla redazione della "Stampa contro di me.

Il blogger "A" mi ha scritto oggi che non è lui "che s'è lamentato" di me. Ringrazio della precisazione che conferma il testo (estremamente civile) recuperato stasera dalla memoria di Google.

Il blogger "B" mi rassicura: "Stia certo che lei non apparterrà più neanche nei miei pensieri". Se la cosa gli fa piacere (infatti non mi legge per non turbarsi...), contraccambio con una precisazione. Il blogger "B" dice una cosa inesatta quando mi colloca in un'area politica precisa, a cui lui dichiara di non appartiene. Posso permettermi di garantire che io non appartengo a nessuna area politica, se il blogger "B" intende con ciò un'area partitica? Se per "politica" s'intende partecipare alla vita del proprio Paese, faccio politica e non me ne vergogno, pagandone sempre il caro prezzo della libertà ed indipendenza di giudizio.

Il blogger "B" mi fa la morale, dicendo di cercare di non essere volgare. Benissimo. La parola "palle" è stata usata da Berlusconi, il termine "stronzo" da Fini, ma non per questo mi scandalizzo. I problemi politici sono altri. Il blogger "B" dichiara di non leggermi, e sono lieto per lui (così non lo infastidisco), e pretende di sapere che cosa io scrivo sbirciando soltanto i titoli dei post. Ammiro la sua perspicacia.

Posso ripetere la gentile preghiera di ieri? Lasciatemi fuori dalle vostre beghe personali. Lo dico perché in passato qualcuno in ambito "Stampa" c'è andato giù pesante. Il 14 dicembre 2007, un lettore mi scrisse: «Ohibò Montanari. Per colpa di un "Troll" un pochino spocchiosetto, se mi consente, vorrebbe chiudere il blog? Ma lasci perdere, se "allergico" non deve far altro che continuare la discussione con i toni ed il rispetto che la distingue”.

Due anni prima, qualcun mi aveva fatto chiudere un sito, dichiarandomi sottoposto a duplice procedimento penale per diffamazione.
Nel 2007 il sito fu riaperto quando al gestore inviai la foto della prima pagina di un giornale con la notizia che chi aveva fatto fare quella dichiarazione era stato arrestato (poi avrebbe patteggiato due o tre anni di galera...).

Quest'anno il tizio del 2007 è tornato alla carica, scrivendo infamie in luogo che il blogger "B" credo conosca bene.

[12.12.2009, anno IV, post n. 352 (1072), © by Antonio Montanari 2009. Mail.]

Divieto di sosta. Antonio Montanari. blog.lastampa.it
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Partager cet article

Repost 0
Published by antonio montanari - dans Informazione
commenter cet article

commentaires