Overblog Suivre ce blog
Editer l'article Administration Créer mon blog

Présentation

  • : Notizie dall'Italia
  • Notizie dall'Italia
  • : Storie, fatti e commenti a cura di Antonio Montanari
  • Contact

Giorno per giorno

Recherche

Archives

19 octobre 2009 1 19 /10 /octobre /2009 16:38
Suo padre gli diceva: stai attento agli amici, non sai chi c'è fra loro


Il cantautore Antonello Venditti presentando a casa di Fabio Fazio un suo volume di memorie, ha ricordato certi momenti della sua giovinezza. E l'episodio di Valle Giulia (marzo 1968).

Arrestato, fu "liberato" da suo padre vice-prefetto che per prima cosa gli dette un pugno sul muso, e gli chiese se ricordava quello che gli aveva sempre detto. Ovvero di stare attento a certi figuri che (riassumiamo liberamente le sue parole) altro non erano che dei provocatori inseriti nella massa studentesca dei ribelli.

Dal versante memorialistico di un artista, passiamo a quello degli storici. Uno di questi ultimi, Adalberto Baldoni, classificato "di destra" dal "CorSera" da cui è stato intervistato, ha dichiarato ad Antonio Carioti: "Sono convinto che, a partire dal 1969, alcuni apparati abbiano lavorato più a innescare che a spegnere la violenza, mentre ora non mi pare ci siano tendenze del genere".

È una chiara risposta a chi parla di una guerra civile strisciante in atto in Italia in questi tempi.

Postilla non inutile al discorso sui misteri italiani, a proposito di quegli apparati di cui parla Baldoni. PG Battista presenta, sempre sul "CorSera" di oggi, il libro "La versione di K" di Francesco Cossiga.

Circa la convivenza tra la politica e Cosa Nostra, PGB riporta queste parole di Cossiga: "Fu il cardinale Ernesto Ruffini, arcivescovo di Palermo, a mettere in guardia la Dc. <Se volete i voti dovete andare a cercare quelli lì>. E con <quelli lì> intendeva i mafiosi".

[19.10.2009, anno IV, post n. 302 (1022), © by Antonio Montanari 2009. Mail.]

Divieto di sosta. Antonio Montanari. blog.lastampa.it
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Partager cet article

Repost 0
Published by antonio montanari - dans antoniomontanari
commenter cet article

commentaires