Overblog Suivre ce blog
Editer l'article Administration Créer mon blog

Présentation

  • : Notizie dall'Italia
  • Notizie dall'Italia
  • : Storie, fatti e commenti a cura di Antonio Montanari
  • Contact

Giorno per giorno

Recherche

Archives

19 février 2009 4 19 /02 /février /2009 17:38
Blog_marini_prodi Si marinava la scuola, si marina il pesce, ora si "marina" pure il Pd.
Il nome di Franco Marini suggerisce il titolo per una ricetta i cui ingredienti si ricavano dall'intervista da lui concessa a Paola Di Caro sul "CorSera" di oggi.
Dunque Marini se la prende con il "nuovismo" e sottolinea l'importanza di "portarsi dietro le nostre storie, che sono la nostra forza".
Contrario ad ogni categoria assoluta, e quindi pure alle contrapposizioni fra giovani e vecchi, Marini rivendica un ruolo anche per i "politici con esperienza".

Marini aggiunge che, se occorre "portarsi dietro le nostre storie", non si può però sperare di tornare sui vascelli di provenienza che sono stati bruciati. Quindi, o mangiar questa minestra o saltar dalla finestra. Il passato è chiuso, se lo si sogna per tornare indietro.
Il passato vuol dire qualcosa se si va avanti. Ma se si sta fermi? Si fa la sintesi, spiega Marini. Ma sintesi non significa dibattito e dialogo soltanto, significa conciliare posizioni che talora appaiono inconciliabili. Vedi lo scontro Binetti-Marino.

In questo contesto i richiami dei "grandi vecchi" non servono a nulla. Il modo va avanti. "Bisogna dare risposte riformiste ai cittadini sui temi cruciali del Paese oggi", sono parole di Marini, è una formula elegante di quella "sintesi" a cui Marini si ispira in astratto. Il mondo concreto però è tutta un'altra cosa. Ripetiamo, si veda lo scontro Marino-Binetti. Marini da che parte sta, al di fuori degli alti pensieri, delle nobili parole, degli ispirati concetti da padre nobile?

Questo Pd "marinato" è un prodotto tipico del made in Italy. A proposito del Bel Paese. Riferisce Alexander Stille su "Repubblica" che un suo collega americano gli ha scritto: "Fammi capire: viene condannato per corruzione il coimputato del primo ministro ma si dimette il capo dell'opposizione".

Sullo stesso giornale debutta come (aspirante) teologo il presidente della Camera Gianfranco Fini, con un pezzo dedicato alla "laicità positiva". Una "sintesi" perfetta, che avrà fatto felice Marini. E se Fini diventasse segretario del Pd "marinato"? Facciamoci un pensierino, non si sa mai...

[19.02.2009, anno IV, post n. 57 (777), © by Antonio Montanari 2009. Mail]

Sorriso
Divieto di sosta. Antonio Montanari. blog.lastampa.it
gruppobloggerlastampa

Sitemeter

Partager cet article

Repost 0
Published by antonio montanari - dans antoniomontanari
commenter cet article

commentaires